Post in evidenza

Spaghetti con cozze e piselli

Ingredienti 4 persone Spaghetti alla chitarra 350 g Cozze 2 kg Piselli (freschi) 200 g Vino bianco secco 1 bicchiere Prezzemolo q.b. A...

venerdì 27 maggio 2016

Verdesca con rapa e pistacchi

Ingredienti per due persone       

Verdesca tranci 2
Rapa lessa mezza
Pistacchi 80 g
Olio extravergine di oliva
Sale q.b.
Finocchio alcuni ciuffi
Aceto







Questo è un piatto veloce da preparare che vi stupirà per il suo sapore delicato............
Per prima cosa in un mortaio pestare i pinoli;io scelgo quelli tostati e salati perchè,non salando il pesce utilizzo la sapidità del pistacchio.


A questo punto,messi da una parte i pistacchi sminuzzo mezza rapa e la condisco con olio aceto e sale.
Asciugo i tranci di verdesca e li ungo per proteggere la carne dal calore della padella,in questo modo non rischio di farli diventare stopposi.



Metto  i tranci in padella e li cuocio per sei/sette minuti rigirandoli di tanto in tanto.
Nel frattempo dispongo in un piatto la rapa sulla quale appoggerò il trancio di pesce.

A cottura ultimata impiatto il trancio e lo cospargo con il pistacchio triturato, aggiungo un filo di olio di oliva e guarnisco con i ciuffi di finocchio.

giovedì 26 maggio 2016

Vitello tonnato

Ottimo come antipasto c'è anche chi lo consuma al posto del secondo;,qualsiasi possa essere la preferenza, in questa stagione è sicuramente una pietanza alquanto gradevole.
Ecco come mi piace prepararla.

Ingredienti 4 persone
Vitello 600 g (girello)
Cipolla mezza
Sedano 1 gambo
Carota mezza
Sale
Olio

      Per la salsa tonnata
      Maionese 6 cucchiai
      Tonno 250 g sgocciolato
      Pane raffermo 30 g
      Acciughe 2 filetti
      Capperi 5 g
      Uovo sodo 1
      Aceto
 
 Metto a bollire il girello in acqua salata con la cipolla il sedano e la carota per circa un'ora, quindi lo scolo e lo rosolo in una padella con un filo di olio di oliva.
Mentre il girello si raffredda, preparo la salsa,  facendo ammollare il pane raffermo in una ciotola con l'aceto, lo strizzo e dopo aver dissalato acciughe e capperi li pongo nel frullatore con il pane raffermo, il tonno, il rosso dell'uovo sodo, due cucchiai del brodo di cottura del vitello e la maionese;  frullo il tutto fino ad ottenere una salsa fine ed omogenea.
Taglio a fettine sottili il girello e lo servo freddo con sopra la salsa tonnata.

*Il girello del vitello è una parte assai magra che una volta cotta resta compatta ed è esteticamente molto bella.
*Possiamo conservare questa pietanza in frigo per alcuni giorni avendo l'accortezza di coprirla molto bene
*L'acqua di cottura del vitello la possiamo riutilizzare: anzitutto rosolare le verdure nella padella dove era stato rosolato il girello con l'olio e porle nuovamente nell'acqua dove lo stesso aveva bollito ,olio compreso.
Ridurre e quando l'acqua è quasi evaporata del tutto, tritare il composto e conservarlo in freezer in piccole porzioni(ad esempio nei porta cubetti del ghiaccio).
Questa riduzione è un valido aiuto per insaporire e dare consistenza alee pietanze di carne ed ai risotti, quando occorre la possiamo prelevare dal freezer per i nostri condimenti.



Pasta con le sarde

La mia proposta di oggi è un classico della cucina siciliana;come ogni ricetta tradizionale, ci sono delle varianti a seconda delle zone, ma il "canovaccio" resta comunque il medesimo.
Questa è la ricetta che ho assaggiato da dei Siciliani DOC.....

Igredienti per 6 persone
Spaghetti(n8) 500 g
Sardine fresche(filetti) 500 g
Finocchio selvatico 600 g
Olio di oliva extravergine
Scalogno 3
Acciughe sotto sale 4
Uva sultanina 50 g
Pinoli 80 g
Sale e pepe q.b.
Zafferano
Farina

Bollire il finocchio selvatico per almeno 15 minuti,scolarlo e tritarlo e conservare l'acqua di cottura(servirà per la cottura della pasta).
Dopo aver messo da parte 60 g delle sardine,prendere le rimanenti, infarinarle e friggerle in olio di oliva, quindi sgocciolarle in carta da cucina e metterle da parte.
Prendere le altre sardine e tagliarle a piccoli pezzi e dopo aver soffritto in un'altra padella lo scalogno tritato, unire le sardine e schiacciarle con un cucchiaio, aggiungendo anche il finocchio selvatico ed eventualmente poca acqua di cottura per cuocere il tutto per una decina di minuti.
Dissalare, sfilettare, sciacquare ed asciugare le acciughe e stemperarle in una piccola padella con poco olio a fuoco dolcissimo,unire quindi questa salsina al composto con le sarde il finocchio e lo scalogno;aggiungere ora lo zafferano(una bustina è sufficiente) l'uva sultanina che avrete rinvenuto in acqua calda per almeno 15 minuti, i pinoli e lasciare cuocere per almeno 5 minuti.
Regolare sale e pepe.
Cuocere la pasta nell'acqua di cottura del finocchio selvatico,scolarla al dente e ripassarla in una padella con il condimento preparato in precedenza.
Al momento di servire aggiungere le sardine fritte tenute precedentemente a parte.
*Se si vuole si può aggiungere una volta servita la pasta del pangrattato rosolato in padella con olio*


martedì 24 maggio 2016

Platessa ai semi di papavero

">  Ingredienti (due persone)
Filetti di platessa 4
 Semi di papavero 2 cucchiaini
Vino bianco
Sale
Olio di oliva

Asciugare accuratamente i filetti di platessa e porli in una padella con un filo di olio già caldo;girarli delicatamente e sfumarli con poco vino bianco.
Porre due filetti in ogni piatto ed aggiungere sale, quindi spolverare con i semi di papavero.
Accompagnare con dei piselli cotti in umido con battuto di cipolle ed olio.




lunedì 23 maggio 2016

......PROFUMO DI SALVIA.....

Idea al volo per aromatizzare gli ortaggi;quando lessate le verdure da saltare poi,ad esempio, nel burro per aromatizzarle potete mettere nell'acqua di cottura insieme alle verdure della salvia, le profumerà delicatamente!
Io utilizzo molto questo procedimento per le carote al burro e anche le taccole in umido che prima sbollento.

Salsa di salvia e cipolle

Poichè la salvia si presta a molti utilizzi in cucina per profumare carni e verdure, di seguito vi illustro la preparazione di una salsina che potrete utilizzare come accompagnamento di pollame e selvaggina...
Ingredienti
Salvia fresca una manciata
Cipolla bionda mezza
Pane raffermo due fette medie

Tritate finemente la cipolla e cuocetela a fuoco dolce aggiungendo gradatamente il pane grattugiato;dopo circa 15 minuti quando  la cipolla appare cotta aggiungere quindi la salvia tritata anche lei precedentemente e cuocere per ancora 5 minuti senza che il mix raggiunga bollore.
Regolare di sale e utilizzare per le carni.
Questa salsa si può conservare in frigorifero per alcuni giorni, avendo l'accortezza di coprirla con un filo di olio.

Scaloppe di vitello burro e salvia


  Ingredienti
Vitello 4 cotolette(coscia rotonda)
 Burro 60 g
 Salvia 6 foglie grandi
Sale q.b.
Vino bianco
 Un secondo piatto profumato e velocissimo da realizzare.
 In un piatto infarinare le cotolette;sciogliere ora in una padella il burro e soffriggere dolcemente la salvia,quindi porre le cotolette. Per ottenere delle scaloppe perfette è necessario fare molta attenzione che il burro non bruci e coprire le stesse in cottura dopo averle girate rapidemente. Per mantenere l'umidità e creare un buon fondo di cottura per il servizio, aggiungere alla fine poco(mezza tazzina da caffè)vino bianco.spegnere il fuoco,impiattare e versare il sugo ottenuto. Salare al momento di servire.

domenica 22 maggio 2016

La noce

Noce,frutto secco ricco di grassi e nutr
imenti per il cervello trova grande impiego nella cucina; ricco di rame e zinco per mantenere elastiche le mucose e mantenere attivi gli scambi cellulari e per coadiuvare l'immunità.Fin dai tempi antichi alimento fondamentale (per il suo alto contenuto calorico) nella "cucina povera", oggi viene utilizzata in molte preparazioni gastronomiche. Ecco alcune idee.
  Noci a colazione Due gherigli di noce pestati ed uniti al miele spalmato su una fetta di pane saranno un ottimo carburante per affrontare al meglio le giornate più impegnative.
  Palline di caprino e noci Caprino fresco 200 g Noci 15 gherigli Rucola una manciata Sale e pepe q.b. Tritare metà rucola e dopo aver schiacciato il caprino con una forchetta aggiungerla all'impasto regolando sale e pepe;pestare (possibilmente in un mortaio)i gherigli di noce e porli in una terrina;fare delle palline con l'impasto di caprino e rucola, quindi rigirali nelle noci pestate. Riporre le palline nel frigorifero affinchè si induriscano e al momento di servirle porle in un piatto di portata con le foglie di rucola rimaste.

  Pennette alle noci
Facilissimo condimento che si prepara in un baleno
 Per 4 persone Noci sgusciate 100 Parmigiano reggiano 70 g Panna Aglio Sale e pepe Olio di oliva Pasta di semola(qui mezze penne) 350 g Frullare nel mixer le noci insieme ad una fettina di aglio ed al parmigiano;in una terrina versare 100 g di panna, il pepe e il frullato ottenuto,regolare di sale e mescolare. In una pentola portare ad ebollizione tre litri di acqua salata, quindi cuocere la pasta e scolarla a cottura ultimata. Versare nella terrina con la crema di noci, mescolare e servire subito.
  Il Nocino
Tra poco più di un mese sarà San Giovanni e come da tradizione si potranno raccogliere le noci per la preparazione di questo liquore casalingo da gustare a Natale.....
Questa la ricetta della mia famiglia
 Noci verdi 24 Alcool puro 90° 1 litro Zucchero 500 g Chiodi di garofano 5 Cannella mezza stecca Acqua 200 ml Scorza di limone(un cucchiaio circa)
Tagliare le noci e porle in un contenitore capiente possibilmente munito di tappo di sughero insieme alla cannella i chiodi di garofano e le scorze di limone;versare quindi l'alcool e chiudere il contenitore.Riporlo in un luogo soleggiato e agitarlo ogni giorno per fare si che tutti gli ingredienti rilascino i loro aromi;dopo 40 giorni(non meno!!!!)filtrare il mix ottenuto dei residui delle spezie e del limone ed aggiungere uno sciroppo preparato con l'acqua e lo zucchero. Questa bevanda va quindi imbottigliata in bottiglie scure e fatta riposare per un minimo di 90 giorni in luogo fresco,per essere poi gustata a fine pasto nel periodo delle feste. Le dosi di questa preparazione si riferiscono a due litri di nocino.

venerdì 20 maggio 2016

Tartare di manzo

Ingredienti Scamone 150 g Aglio Olio Limone Maizena Sale Pepe La tartare è un piatto dove la protagonista è la carne cruda tritata e condita in vari modi;la ricetta che vi propongo prevede ingredienti minimi per esaltare al massimo il sapore della carne che deve essere rigorosamente freschissima e possibilmente tritata con coltello(battuta) al momento di essere consumata. Passo quindi alla preparazione...... Pelato uno spicchio di aglio, lo schiaccio e lo metto in mezza tazzina da caffè di olio extravergine di oliva a cedere il suo aroma.Dopo aver tolto lo spicchio condisco in un piatto la carne tritata con il solo olio,in modo da creare nella carne una protezione dal sale che altrimenti tende a renderla umida e na altera il colore;aggiungo quindi sale e pepe e mescolo il tutto. Scaldo a bagnomaria il succo di mezzo limone e lo addenso con un cucchiaino di maizena(farina di mais) fino ad ottenere una salsina che utilizzo per impiattare la tartare.

lunedì 16 maggio 2016

Tagliolini con broccoli e salsiccia



 Oggi vi voglio proporre una pasta con i broccoli accompagnata da una "fotoricetta"
 Anzitutto elenchiamo gli ingredienti per 4 persone: Tagliolini freschi 350 g Broccoli 250 g Patate 100 g Salsiccia 70 g Olio di oliva Aglio uno spicchio Sale Pecorino grattugiato


Dopo aver lavato il broccolo scottarlo per pochi minuti e nel frattempo soffriggere lo spicchio di aglio in una padella con dell'olio.
dopo aver spento il fuoco togliere l'aglio dalla padella e schiacciare il broccolo in un piatto a parte aiutandovi con una forchetta.
Porre quindi il broccolo pestato con la salsiccia sbriciolata nella padella dove c'era l'aglio e soffriggere dolcemente.
In un piatto schiacciare a questo punto anche le patate che saranno state precedentemente lessata fino a ridurle in purea.
Aggiungere quindi la purea di patate a quella dei broccoli con la salsiccia nella padella e cuocere con il coperchio per massimo 5 minuti. Nel frattempo cuocere i tagliolini in abbondante acqua salata.
Scolare i tagliolini e conservare poca acqua di cottura(tre cucchiai circa)e versarli nella padella del condimento, saltare per un minuto aggiungendo l'acqua di cottura affinchè restino umidi.
Spegnere il fuoco,cospargere generosamente di pecorino grattugiato,girare rapidamente per evitare i grumi e servire.

giovedì 12 maggio 2016

Oggi polpettine con zucchine e mais

Le mie polpettine,uno dei miei piatti preferiti;spazio alla fantasia ed al gusto personale per la scelta degli ingredienti...... Questa la mia ricetta. Ingredienti Le dosi, indicative, sono per 4 persone Carne tritata di manzo 300 g Latte Grana padano grattugiato Uovo 1 Cipolla Pane raffermo (un bocconcino) Sale q.b. Dopo aver spezzettato la pagnottina la inzuppo di latte tanto da poterla schiacciare con una forchetta,unisco la carne e comincio a impastare;taglio una fettina dalla cipolla e la trito molto finemente e la unisco all'impasto dove vado anche a mettere l'uovo ed il sale.In ultimo incorporo il grana grattugiato ed impasto vigorosamente finchè la consistenza non risulta asciutta ma morbida. Ricavo delle palline all'incirca della dimensione di una susina e le pongo in una padella con olio a cuocere girandole delicatamente di tanto in tanto. Le polpette saranno cotte quando avranno una colorazione bruno dorata e saranno sode se premute con la forchetta. Servire subito ben calde.
Il ragù alla bolognese


Il ragù di carne alla bolognese è un condimento re della cucina che presenta alcune varianti per le carni e la colorazione;per prima cosa si può scegliere se aggiungere o meno la salsa di pomodoro a seconda del gusto,e l'altra scelta riguarda la possibilità di aggiungere tra le carni quella di pollo.
Io vi propongo la ricetta che comunemente conosciamo.....

Ingredienti
Manzo macinato 250 g
Maiale macinato 200 g
Salsiccia 50 g
Guanciale 50 g
Burro 50 g
Olio di oliva
Lardo
Fegatino di pollo macinato 1
Cipolla 1/2
Sedano 1/2
Carota 1/2
Concentrato di pomodoro
Latte
Vino rosso
Sale e pepe q.b.

Dopo aver tritato finemente carota, cipolla, sedano, guanciale e lardo, soffriggerli a fuoco lento nel burro e tre cucchiai di olio per una ventina di minuti con poco sale.Aggiungere quindi la carne tritata e la salsiccia con una passata di sale e pepe e rosolare per dieci minuti ancora;unire in ultimo il fegatino e cuocere per cinque minuti e aggiungere un bicchiere di vino rosso.
Quando il vino è completamente evaporato aggiungere 2 cucchiai di concentrato di pomodoro allungati con del brodo, coprire e lasciar cuocere almeno tre ore,regolando solo in ultimo sale e pepe.
Quando la cottura è quasi ultimata aggiungere il latte(mezzo bicchiere).

martedì 10 maggio 2016

L'asparago, che bontà

Asparago grande ortaggio dalle mille proprietà,in cucina lo possiamo impiegare ovunque dall'antipasto al contorno o come ingrediente per risotti e paste.... Ecco dunque alcune idee veloci.

Asparagi gratinati
Ottimi come accompagnamento di secondi piatti ma, perchè no, anche pietanza.

Ingredienti
Asparagi 1 mazzo
Burro 80 g
Parmigiano reggiano grattugiato
Fontina 50 g
Sale q,b,

Prima di tutto occorre tagliare i gambi degli asparagi in modo tale da eliminare la parte più dura dello stesso e dopo averli lavati delicatamente per non romperne le punte, disporli in una vaporiera e cuocerli per 10 minuti circa.
nel frattempo scogliere il burro e tagliare a striscioline sottili la fontina;porre ora gli asparagi in una terrina versarvi il burro liquefatto,salare e cospargerli con le striscioline di fontina ed il parmigiano grattugiato.
Passare in forno preriscaldato per 15 minuti circa a 150 gradi.Servire in tavola.

Napellini con asparagi e scamorza

Ecco un primo piatto velocissimo e di grande effetto.

Ingredienti
Napellini 400 g
Asparagi 250 g
Pomodori maturi 500 g
100 g scamorza affumicata
Olio di oliva extravergine
Origano
Basilico
Sale e pepe q.b.

Dopo aver privato gli asparagi della parte più dura del gambo, lavarli e con l'aiuto di un pelapatate tagliarli a fettine per tutta la lunghezza.
In una terrina porre tre cucchiai di olio, il basilico tagliuzzato(sei foglie circa), un pizzico di origano, il sale ed il pepe e gli asparagi a marinare per trenta minuti avendo cura di girarli di tanto in tanto.
Scottare i pomodori in acqua bollente, scolarli, pelarli, e passarli con il frullatore ad immersione con tre cucchiai di olio sale e pepe;mentre la pasta cuoce scaldare a fiamma bassa il pomodoro e in una padella saltare gli asparagi con la loro marinata a fuoco vivace per 5 minuti circa.
Scolare la pasta e condirla con gli asparagi,impiattare disponendo sul fondo del piatto prima la salsa di pomodoro,poi la pasta condita ed in ultimo la scamorza grattugiata.
Sarà un delizioso susseguirsi di profumi e sapori......




lunedì 9 maggio 2016

Spaghetti alle vongole

Spaghetti alle vongole veraci
Di seguito vi illustro il procedimento per la preparazione di questo gustosissimo piatto partenopeo.
La ricetta della tradizione non menziona il pomodoro,ma devo dire che ho gustato gli spaghetti sia preparati in bianco che con una leggera colorazione di pomodoro....a voi ed ai vostri gusti la scelta, avendo l'accortezza di aggiungere eventualmente solo un piccolo pomodorino tagliato a tocchetti per non coprire il sapore di questi meravigliosi molluschi.

Ingredienti per 4 persone
Vongole veraci 1 kg
Olio di oliva extravergine
Sale q.b.
Peperoncino
Aglio 2 spicchi
Prezzemolo
Spaghetti medi (n.8)


Anzitutto per assicurarsi che le vongole siano totalmente prive di sabbia lavarle ripetutamente in un recipiente cambiando l'acqua fino a che la stessa non risulti limpida.
Per aprire ora i frutti di mare prendere un grosso tegame,versare due cucchiai di olio e uno degli spicchi di aglio tagliato in metà,quindi soffriggere a fuoco dolce.Spegnere ed attendere che l'olio sia freddo,eliminare l'aglio e versare le vongole,quindi coprire e cuocere per pochi minuti a fiamma vivace.
Scaldare e portare a bollore circa 3 litri di acqua salata a piacere e cuocere gli spaghetti,nel frattempo togliere le vongole dal tegame e sgusciarle,filtrare l'acqua di cottura delle vongole e sminuzzare grossolanamente il prezzemolo e l'altro spicchio di aglio.
Scolare gli spaghetti a metà cottura e versarli nel tegame con l'acqua delle vongole; accendere il fuoco e terminare la cottura come se fosse un risotto,aggiungendo le vongole,  dell'olio a piacere, il peperoncino spezzettato ed in ultimo il prezzemolo e l'aglio sminuzzati.
Servire subito per preservare al massimo tutti gli aromi e buon appetito!

venerdì 6 maggio 2016

Pasta alla carbonara

Buongiorno oggi vi propongo un grande classico della cucina italiana, la pasta alla carbonara.
Di tale condimento esistono molte varianti e tutte ne reclamano l'originalità..........
Questa è la mia.

Ingredienti per 6 persone
Uova 1
Panna da cucina 100 ml
Pecorino romano grattugiato
Pancetta affumicata 150 g
Sale e pepa q.b.
Olio
Cipolla
Vino bianco una tazzina da caffè
Pasta di semola  500 g

In una pentola capiente portare a bollore almeno due litri di acqua salata per bollire la pasta.
In una terrina mescolare il solo rosso dell'uovo con la panna da cucina ed almeno tre cucchiai di pecorino grattugiato;nel frattempo soffriggere la pancetta dopo averla tagliata a pezzetti grossolani in una padella in poco olio e un pezzettino di cipolla sminuzzata con cura.A questo punto versare il vino bianco e sfumare lentamente il tutto.
Spegnare il fuoco quando il vino è evaporato tutto ed aggiungere la pancetta alla miscela di panna ed uovo girando il tutto energicamente.
Aggiustare sale e pepe e quando la pasta è cotta scolarla e versarla nella terrina,quindi mescolare il tutto.
Servire subito e cospargere a piacere del pecorino sulla pasta.





giovedì 5 maggio 2016

Il brodo "Fatto in casa"

Per preparare del brodo vegetale e conservarlo io faccio così.
Prendo una cipolla una carota e una gamba di sedano e le appassisco con tre cucchiai di olio di oliva(extravergine) in una pentola capiente, poi aggiungo almeno tre litri di acqua ed un cucchiaio di sale e faccio bollire il tutto finchèle verdure non sono sciolte e a questo punto aggiungo qualche foglia di prezzemolo e lascio ridurre ulteriormente il tutto.
Quando l'acqua è quasi del tutto consumata(all'incirca il volume finale deve essere 35cl) riempio con questo concentrato le vaschette per fare i cubetti di ghiaccio faccio raffreddare e metto in freezer....
Quando mi serve il brodo vegetale prendo uno o due cubetti ancora congelati e li sciolgo in acqua calda.....Provare per credere ;)

Polpettine di spinaci

Lo spinacio....ortaggio versatile e gustoso,ricco di ferro, sodio e calcio, re dei contorni ma non solo.
Oggi ne voglio fare un protagonista preparando delle polpette di spinaci.
Passo dunque a descrivervi il procedimento.

Ingredienti per 4 persone
Spinaci freschi 600 g
Farina bianca 250 g
Burro 50 g
Uova 2
Sale e pepe q.b.
Prosciutto cotto 50 g
Grana padano
Brodo vegetale


Dopo aver lavato gli spinaci, lessarli per alcuni minuti in poca acqua;scolarli e asciugarli.
Preparare nel mentre in un'altra pentola del brodo vegetale.
In un robot da cucina tritare gli spinaci ed il prosciutto,aggiungendo poco per volta la farina setacciata per evitare i grumi;incorporare ora le uova all'impasto che deve risultare morbido ma non troppo,altrimenti non riuscirete a farne delle palline(al limite, per asciugare un po' l'impasto aggiungere poco formaggio grattugiato).
Formare ora delle pallotte e gettarle subito nella pentola del brodo vegetale per cuocerle (attenzione il brodo deve bollire altrimenti le polpette si scioglieranno!!!!!).
Scolarle quindi e servirle irrorandole con il burro fuso e cospargendole di Grana padano grattugiato.

mercoledì 4 maggio 2016

Oggi tagliatelle zucchine e prosciutto

">Buongiorno lettori e lettrici oggi vi voglio spiegare come preparo le tagliatelle  con una ricetta veloce e sfiziosa che sicuramente piacerà e vi stupirà per la facilità di esecuzione.

Ingredienti per 6 persone
1 zucchino chiaro di medie dimensioni
100 g prosciutto crudo stagionato
50 g burro
due cucchiai di olio
parmigiano da grattugiare al momento
sale e pepe
700 g tagliatelle fresche

Preparazione
In una pentola mettiamo a bollire abbondante acqua(circa 5 litri) a cui aggiungeremo un po' di sale per bollire le tagliatelle.
Nel frattempo tagliamo a pezzetti grossolani lo zucchino e soffriggiamolo in una padella larga con il burro e l'olio;tagliamo a listarelle il prosciutto ed aggiungiamolo agli zucchini quando sono a metà cottura.
Copriamo la padella con un coperchio e cuociamo per due minuti, quindi spegnamo il fuoco.
Mettiamo a bollire le tagliatelle per circa dieci minuti,scoliamole(conservando un poco di acqua di cottura) e saltiamole per ancora alcuni minuti nella padella nella quale abbiamo precedentemente preparato il condimento aggiungendo, se necessario, un po' dell'acqua di cottura conservata.
Regoliamo sale e pepe e serviamo impiattando con una grattata di parmigiano sopra alle tagliatelle.

martedì 3 maggio 2016

Il caponet ovvero ricicliamo gli avanzi......

e ricreiamo un tipico antipasto piemontese con il cavolo verza,il caponet(involtino di cavolo).
Solitamente la mia nonna tritava finemente l'arrosto avanzato,aggiungeva della salsiccia e un tocchetto di toma, uno scalogno un uovo per legare aggiustava di sale e pepe ed avvolgeva questo impasto nelle foglie di cavolo verza scottate precedentemente e formava tanti deliziosi fagottini, i caponet, appunto, da friggersi allegramente con tanto buon olio....
Questa è la ricetta che mi è stata tramandata....devo confessare però che quando io ho voglia dei caponet e non ho l'arrosto, mi arrangio sostituendolo con del prosciutto(meglio quello arrosto oppure alle erbe) e stempero anche l'intensità della salsiccia aggiungendo all'impasto del pane grattato.
per il resto il procedimento e semplice e veloce,lavo le foglie della verza e le scotto;mentre si raffreddano trito nel robot tutti gli ingredienti e poi li assemblo.
Il gioco è fatto,friggo e buon appettito!
Il consiglio è di accompagnare questa portata da un buon vino rosso naturalmente magari Barbera d'Alba.



pasta&co: Buon appetito a tutti

pasta&co: Buon appetito a tutti:  Ho deciso di creare questo spazio perchè amo la cucina ed ogni sua espressione gastronomica; chi vorrà seguirmi in questo diario, potrà tr...

Buon appetito a tutti

 Ho deciso di creare questo spazio perchè amo la cucina ed ogni sua espressione gastronomica;
chi vorrà seguirmi in questo diario, potrà trovare tradizione ed innovazione nelle ricette e preparazioni che pubblicherò prossimamente.
Mi piace sperimentare nuovi sapori ma proporrò anche la tradizione con piatti della nostra penisola.....
Parlerò di aromi e colori per arricchire le mie preparazioni....
Pubblicherò foto,perchè penso che anche l'occhio abbia il suo ruolo, un piatto deve essere bello oltre ad essere buono.
A presto

Follow by Email